Nella Scuola Secondaria di secondo grado, negli Istituti Tecnici e Professionali, tra gli altri docenti, è presente la figura professionale  del Docente di Laboratorio.

Più noto come "Insegnante Tecnico Pratico" (acronimo: I.T.P.) esso è un docente con competenze teorico-pratiche al quale è affidata la responsabilità in piena autonomia delle attività didattiche che si svolgono nei laboratori. Tali attività, si svolgono talvolta con insegnamento autonomo, talora in compresenza con un insegnante “teorico” della disciplina.

 I docenti di laboratorio rappresentano, da anni, un insostituibile anello di congiunzione tra l’insegnamento degli aspetti teorici di una disciplina e la necessità che la stessa sia compresa e capita dagli allievi al punto da saperla applicare nella pratica professionale. Essi sono già da tempo equiparati per dignità e parità di voto ai docenti laureati, infatti:

  1. sono riconosciuti giuridicamente ed economicamente docenti dal D.Lgs. 1277/48 pubblicato sulla GU 6/11/1948 n. 259;
  2. svolgono le mansioni di docenti sia con insegnamento autonomo, in alcune materie insegnate negli Istituti Professionali, sia in compresenza in tutte le altre discipline tecnico-professionali insegnate negli Istituti Secondari Superiori;
  3. con la L. 124/99 sono stati riconosciuti pienamente autonomi e aventi parità di voto e dignità professionale  rispetto ai docenti teorici sia in sede di valutazione e scrutinio sia per quanto attiene la conduzione delle attività didattiche;
  4. negli Esami di Stato possono far parte della Commissione come tutti gli altri docenti rappresentando in piena autonomia e con piena legittimità di voto la materia d’insegnamento.

Il Docente di Laboratorio opera in collaborazione e mai in subordine né gerarchico né funzionale, col docente teorico condividendo, insieme, strumenti, criteri ed obiettivi sia didattici che valutativi.

Il Docente di Laboratorio è un profilo appartenente al ruolo docente e non va confuso con la figura dell’Assistente di Cattedra (soppressa fin dal 1999), o con quella dell’Assistente Tecnico, appartenente al ruolo ATA (Ausiliari, Tecnici, Amministrativi) che pure è presente in laboratorio, ma con mansioni differenti.

Il compito dei Docenti di Laboratorio è l’organizzazione, lo sviluppo e la conduzione di tutte le attività d’insegnamento che attengono l’area del saper fare e del saper agire, mentre le mansioni del personale A.T.A. - con profilo di Assistente Tecnico di Laboratorio - sono sostanzialmente quelle di provvedere alla preparazione del materiale e degli strumenti per le esperienze didattiche e per le esercitazioni pratiche nonché quelle di provvedere al riordino e alla conservazione del materiale e delle attrezzature tecniche, garantendone la funzionalità e l’approvvigionamento periodico.

Entrambe le figure professionali, sono indispensabili per svolgere con profitto, e garantendo la necessaria sicurezza, attività laboratoriali, anche in considerazione dell’elevato numero di studenti, inseriti attualmente in una stessa classe e il conseguente elevato numero di postazioni di lavoro necessarie.